azienda

Groppello di Revò

La storia

augusto-zadra Il più grande produttore di Groppello di Revò, Augusto Zadra El Zeremia, discende da una famiglia storica nell'albo della viticoltura locale. Dai 20000 metri quadri di vigneto vengono ricavate circa 6500 - 7000 bottiglie di vino di ottima qualità suddiviso in tre tipologie: il Groppello d'annata vinificato in acciaio, il Groppello selezione El Zeremia affinato per dodici mesi in barrique e derivante da vigneto storico, ultracentenario ancora su piede franco e la Johanniter un bianco aromatico a impatto zero.

El Zeremia è il soprannome di famiglia, acronimo di cui Augusto andava molto fiero. Il 2 settembre 2013 dopo una lunga sofferenza dovuta ad una malattia incurabile, l'ha privato della possibilità di portare avanti il suo affascinante obiettivo, quello di valorizzare e portare sulle maggiori tavole dei ristoranti blasonati di tutto il mondo il suo Groppello di Revò. Per fortuna il suo sogno principale è stato coronato, ossia la realizzazione della sua cantina privata dove ha potuto assaporare il primo vino prodotto dell'annata 2011.

Ora l'opera viene portata avanti dal figlio Lorenzo che con l'aiuto dell'enologa della Cantina Pravis - Lasino Valle dei Laghi continua il lavoro iniziato con tenacia dal padre.

La cantina si presenta in un contesto antico ma funzionale con tecnologie moderne, con una prima parte di fermentine in acciaio per la vinificazione e successivamente una parte destinata a barricaia per l'affinamento e l'invecchiamento. A lato della cantina viene proposta la sala degustazione con capienza massima di 40 persone dove si possono assaporare pietanze tipiche del posto accompagnate dal vino di casa, il Groppello di Revò.

Lorenzo barricaia

Progetti e curiosità:

  • E' in progetto la realizzazione dell' Agritur per completare l'offerta al pubblico
  • In Azienda, vicino alla cantina, è presente il bananeto di casa Zadra, primo impianto di banane produttive in Val di Non
  • In primavera 2018 verrà realizzato il primo impianto in assoluto di Maor un vitigno antico a bacca bianca autoctono della Val di Non presente ancora nel '400 ossia il Groppello Bianco 

 

Groppello Zeremia

Dove siamo

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza durante la visita